Ferie e modalità di richiesta di consulenza

/, articoli di psicologia/Ferie e modalità di richiesta di consulenza
  • ferie e modalità di consulenza

Ferie e modalità di richiesta di consulenza

Ferie

Il servizio di consulenza di psicologia e psicoterapia sarà sospeso dal 5 al 28  Agosto, periodo in cui sarò in ferie. In questo periodo, resterò disponibile a ricevere telefonate per prendere un appuntamento per Settembre. Ritengo inutile, se non dannoso, iniziare un percorso a ridosso delle ferie, dove la fatica nell’incontro con l’altro e l’apertura di quelle porte interne da tempo lasciate chiuse, rischia di non ricevere il giusto contenimento ed attenzione. Il primo colloquio è un momento fondamentale del rapporto terapeutico, è spesso l’ultimo passo solitario di un lungo travaglio interno che ha portato, finalmente, a superare le proprie paure ed i propri pregiudizi, riconoscere le proprie difficoltà, rivolgersi ad un professionista e cominciare a camminare in due. E’ anche il momento del confronto con l’altro, della scelta del tipo di approccio ai propri disagi che si desidera. E’ una scelta che deve essere attiva, e non subita in modo passivo, proprio perchè essa stessa è già parte di un nuovo percorso che nessuno può intraprendere al posto dell’altro.

Vi rimando anche ad alcune importanti informazioni già presenti in altre parti del mio sito . Vedi ad esempio la sezione Domande Frequenti o Cosa aspettarsi da una terapia.

La prima consulenza: come renderla utile

Alla luce delle considerazioni precedenti, ne consegue l’inutilità di prendere appuntamenti per conto terzi (la nonna per il nipote, la moglie per il marito, il padre per la figlia ecc.), questi ultimi magari non solo inconsapevoli della telefonata fatta dal proprio caro, ma anche profondamente contrari. Non è possibile convincere qualcuno a fare un lavoro profondo su di sè quando questo non ne ha la motivazione o i mezzi. Fare quella telefonata, piuttosto che delegarla a qualcun altro, è un passo verso la presa di consapevolezza di ciò che si vuole e di cosa si deve fare per ottenerlo. La prima consulenza, nel 99% dei casi, non è risolutiva, ed è fondamentalmente inutile chiederla solo perchè in preda ad una emergenza (ad esempio: “domani devo firmare le carte per il divorzio e non so che fare, mi può ricevere adesso?”). Chiedere un appuntamento, quando non si ha la minima intenzione di impegnare tempo e fatica (emotiva, fisica, economica) in un percorso che miri ad una maggiore  consapevolezza,  è una perdita di tempo per entrambi. Ovvio che può non piacere il professionista che si ha di fronte o il modo in cui si approccia al problema, e ritengo giusto che si possa sceglierlo potendo valutarne anche più di uno, magari anche gratuitamente. E’ il motivo per il quale io offro sempre la prima consulenza gratuita: credo sia importante permettere a ciascuno di non fermarsi alla prima persona se non si è convinti dell’approccio solo perchè ha pagato una consulenza. Questo non vuol dire che sia corretto e funzionale non rispettare il lavoro del terapeuta e anche il proprio tempo magari con l’idea che impiegando 50-60 minuti una volta si possano risolvere i propri problemi. Il rovescio della medaglia, infatti, è che spesso la gratuità della consulenza non è adatta a fare una prima selezione tra le richieste di chi è intenzionato ad un lavoro profondo ed è disposto ad impegnarsi e chi è solo in cerca di soddisfare la propria superficiale curiosità. Una precisa presa di posizione di politica professionale, che veda utile dare la possibilità gratuita di consultare più di un professionista prima di affidarsi, può essere confusa con una svalutazione rispetto al tempo ed alle energie richieste dall’inizio di una nuova relazione.

Fare il turista in uno studio di psicologia non è utile.

By | 2016-11-03T23:16:05+00:00 luglio 29th, 2016|Annunci, articoli di psicologia|0 Comments

About the Author:

Psicologo, Psicoterapeuta, esperto in psicodiagnosi, gruppoanalista.Co-direttore del Centro Temenos, lavora a Bari. Negli ultimi anni si è occupato della divulgazione scientifica al grande pubblico dei temi della psicologia e della psicoterapia.

Leave A Comment